My Notepad

Il mio taccuino personale.

V-day

with 4 comments

Inauguro il mio blog pubblicizzando un’idea che non condivido appieno, ma che ritengo importante.

Trattasi del Vaffanculo-Day proposto da Beppe Grillo per l’8 Settembre venturo.

Nonostante l’impronta demagogica dell’iniziativa, e le voci di censura sullo stesso blog di Beppe Grillo,  riconosco le potenzialità di questa iniziativa. In breve:

1) NO AI PARLAMENTARI CONDANNATI.
No ai 25 parlamentari condannati in parlamento – Nessun cittadino può
candidarsi in Parlamento se condannato in via definitiva, o in primo o
in secondo grado in attesa di giudizio finale.

2) DUE LEGISLATURE.
No ai parlamentari di professione da venti o trent’anni in Parlamento -
Nessun cittadino italiano può essere eletto in Parlamento per più di
due legislature. La regola è valida retroattivamente.

3) ELEZIONE DIRETTA.
No ai parlamentari scelti dai segretari di partito – I cittadini al
Parlamento devono essere votati dai cittadini con la preferenza diretta.

Innanzitutto,
non condivido il nome. Capisco la satira, e comprendo il meritato
consiglio che il comico rivolge alla classe politica. Ma un’iniziativa
di tale portata dovrebbe avere un look più serio.
Non condivido neppure l’idea dell’ineleggibilità dei condannati. Dove finisce l’obiezione di coscienza? Piuttosto, la gogna: l’obbligo di indicare i reati commessi dai candidati sulle stesse schede elettorali. Informazione obbligatoria per chi vota. Chi vota ha il diritto di sapere.

C’è del marcio in Italia.
E se per evitare la setticemia, dobbiamo amputare una gamba, io ci sto.
Dovere dei cittadini italiani, diseredare questa casta sigillata nei
palazzi, che ormai non rappresenta più nessuno.

Infatti, non abbiamo libertà di scelta.Non
si tratta soltanto più di tapparsi il naso quando si va a votare. Si
tratta di annusare ben bene, e capire quale vecchio marcio puzza di
meno, per poi rimaner delusi.

Al V-day io ci sarò. E farò di tutto perché la notizia si diffonda.

http://www.beppegrillo.it/vaffanculoday/


Written by Davide Orazio Montersino

agosto 21st, 2007 at 6:59

Posted in Attualità

4 Responses to 'V-day'

Subscribe to comments with RSS or TrackBack to 'V-day'.

  1. V potrebbe essere letto come Vendetta… come nel film… anche io ho pubblicizzato la cosa perchè approvo i motivi e la seguo con interesse dall’estero… ciao

    Sonia

    21 ago 07 at %H:%M

  2. Sonia, hai ragione, d’altronde lo stesso Beppe Grillo lo ha detto svariate volte. D’altra parte, però, lo stesso link al sito contiene la parola vaffanculo.
    P.S.: complimenti per essere la prima commentatrice del mio blog, e grazie!

    X

    21 ago 07 at %H:%M

  3. Io invece approvo la proposta dell’ineleggibilità. Gli elettori Italiani difficilmete si fanno fermare da quello che vengono a sapere sui propri rappresentanti, anche perchè ormai l’approccio alla politica è sempre più quello del tifoso che quello dell’elettore responsabile. E poi non dimentichiamoci la nostra legge elettorale: una volta scelto il partito siamo fregati. Foss’anche il mostro di Firenze la mia preferenza gli va in automatico. A questo punto è proprio meglio che il condannato in via definitiva non possa candidarsi. Ciao

    Ardi

    30 ago 07 at %H:%M

  4. Ardi, concordo appieno sul fatto che l’elettore stia diventando sempre di più un tifoso.
    Anch’io uso spesso questa frase.
    Ciò non toglie che in certi contesti una misura del genere potrebbe essere pericolosa.
    Nella situazione attuale, il non averla è diventata anche peggio.

    X

    30 ago 07 at %H:%M

Leave a Reply