My Notepad

Il mio taccuino personale.

Oggi, 31 dicembre 1983.

with 3 comments

20051114120x60
Si, possiamo tranquillamente considerarci alla vigilia del famigerato 1984 di George Orwell. Proprio adesso che Internet promette libertà di contenuti mai sperimentata, si è nel momento di maggior pericolo per questa conquista della società non solo virtuale.
Il pericolo di cui parlo, mette a repentaglio la nostra privacy, introduce nuove forme di censura, elimina la concorrenza leale.
Questo pericolo ha un nome: Trusted Computing. Ed ha pure una punta di diamante: Windows Vista.

Ma di che si tratta? Il Trusted Computing Group è un’organizzazione di cui fanno parte quasi tutte le più grandi aziende informatiche , tra le quali AMD, hp, IBM, Intel, Microsoft, Sun.

Questa nuova tecnologia, forse figlia della stessa filosofia emergente che mette la sicurezza davanti ai diritti, cerca di rendere più sicuri i sistemi informatici trattando l’utente come un virus.

Questa tecnologia tocca sia l’hardware che il software. In pratica si stanno sviluppando schede madri, processori, sistemi operativi (come Vista) che avranno funzionalità di criptazione tali da rendere il sistema completamente ‘chiuso’ all’utente. Ciò significa che in un sistema "Trusted" tutti i componenti devono essere accettati da TUTTI gli altri componenti del sistema. Non sarà più l’utente a decidere quali componenti hardware o quali software usare, ma i produttori dei componenti. Addio, software libero!

Inoltre ogni componente Trusted possiederà un identificativo univoco che ci farà dire addio all nostra privacy.

E questo ci porta alla rete. Quando gran parte della rete sarà costituita da sistemi Trusted, questi sistemi potrebbero decidere (e non avrebbero motivo di non farlo) di non riconoscere sistemi non ‘Fidati’. Senza un sistema completamente costruito da queste aziende, non ti connetti più. Ecco un perché della concorrenza sleale.

Il processo sarà lento, ma gradualmente la concorrenza non gradita potrà essere eliminata. Non solo. Da un momento all’altro potreste non più essere in grado di vedere le vostre fotografie digitali, o di visitare il vostro blog preferito.

Già adesso, perché Windows Vista non sia più lento di un bradipo paraplegico sull’asfalto, l’hardware deve essere compatibile con il Trusted Computing.

Il sistema rimane in balia del produttore. Come Vista permette solo certo hardware, così il produttore di una scheda madre potrà decidere che voi possiate solo montare componenti della stessa ditta, e potrà permettersi di venderli a un prezzo maggiore.

Il processo sarà graduale, ma inesorabile, se non riusciremo a far capire a queste aziende che il PC è nostro. PC, ma anche lettori mp3, fotocamere e quant’altro.

Ma voi potete fare qualcosa per fermare quest’epidemia.

  1. evitate di comprare hardware/software che utilizza questa tecnologia. Potete trovare un elenco, non completo, qui.
  2. Partecipate al ‘Google Bombing’. Basta che inseriate il link sottostante in una qualsiasi pagina web.
<a href="http://www.no1984.org/Liberiamo_l%27hardware">Liberiamo l'hardware</a>

Il risultato sarà questo:

Liberiamo l’hardware

Se volete che il vostro PC sia sotto il vostro controllo, se volete eseguire i vostri programmi, poter vedere filmati e musica liberi, se volete che Internet non sia in mano ad un manipolo di potenti, se volete continuare ad usare il vostro masterizzatore: non comprate assolutamente un sistema che monti Windows Vista, e rifatevi all’elenco sopra citato per l’hardware. Per giocare, esistono le Playstation, le WII o altre piattaforme di gioco. Per il resto, considerate seriamente di passare a Linux. Mi offro volontario per insegnarvi come. Risparmierete un bel po’ di costose licenze e manterrete libero il vostro PC.

 


Vota su wikio!

Written by Davide Orazio Montersino

settembre 5th, 2007 at 9:26

Posted in Senza categoria

3 Responses to 'Oggi, 31 dicembre 1983.'

Subscribe to comments with RSS or TrackBack to 'Oggi, 31 dicembre 1983.'.

  1. Se ne parlava già da tempo prima dell’uscita di Vista. Ecco perchè manco ci penso ad installarlo. A parte che un S.O. che chiede 2 Gb di RAM solo per partire è follia. Linux forever!!!
    PS Il problema è comunque l’omologazione. Prima o poi, visto che l’utente medio ormai conosce l’ambiente win e le aziende difficilmente cambiano sistemi conosciuti, per i quali magari hanno hanche fatto sviluppare software appositi, ci troveremo sommersi e obbligati ad omologarci. Uomo libero in un paese libero diceva Vercingetorige (vabbè che si dimenticava dei suoi servi). Rispolveriamo il motto upgradandolo a Software libero in un PC libero!!

    Ardi

    5 set 07 at %H:%M

  2. Si, credo che questa battaglia sia difficilissima da combattere. Tuttavia varie aziende, tra cui la Dell, si stanno rendendo conto che Vista è un prodotto di scarsa qualità.
    Tutti coloro che sono a conoscenza di questi problemi dovrebbero postare un link a http://badvista.fsf.org.
    In questo modo chi cerca informazioni su Vista con Google, si vede in prima pagina le pessime conseguenze che il nuovo SO di casa Microsoft si porta appresso.
    A breve un nuovo post dove spiegherò più in dettaglio tutti i metodi ‘collaudati’ per portare alla luce dell’opinione pubblica la questione.

    X

    5 set 07 at %H:%M

  3. super super super interessante! grazie!

    Alexgraphics

    21 set 07 at %H:%M

Leave a Reply