My Notepad

Il mio taccuino personale.

PRC Arranca.

with 2 comments

Ho scritto a Luca Cassano, il capogruppo di PRC che ha scritto a
Chiamparino invitandolo a negarci gli spazi per la raccolta firme per il V2Day promosso dal comico genovese Beppe Grillo.
Riporto la lettera, di cui attendo risposta. Se anche voi volete esprimere il vostro dissenso, l’email di Cassano è lucacassano@yahoo.it.

“Caro” Luca Cassano,

Le scrivo in merito alla lettera in cui invita Chiamparino a non concedere piazze per la raccolta firme del V2day per tre referendum abrogativi sul mondo dell’informazione, che come ben sa si terrà il prossimo 25 Aprile.

Lei sembra dimenticare la Costituzione che tanto ci è costata.

Lasci che le citi l’articolo 17, che lei sembra reputare inutile:

“Delle riunioni in luogo pubblico deve essere dato preavviso alle autorità, che possono vietarle soltanto per comprovati motivi di sicurezza o di incolumità pubblica.”

Strano che chi vorrebbe difendere così strenuamente la Liberazione, ne ignori con tanta leggerezza i frutti e i contenuti.

L’impressione è, che mentre il paese va a rotoli grazie anche e soprattutto alla mancanza di libera informazione, personaggi come lei vogliano salvare il teatrino personale di manifestazioni e contromanifestazioni che inscenano ogni anno il 25 Aprile.

Sembrerebbe anche che il PRC voglia apporre il proprio marchio di copyright sul 25 Aprile, che
volete rimanga territorio monopolistico delle vostre bandiere rosse.

Noi non siamo un partito, noi non siamo strumentalizzatori colorati di rosso o di nero. Il

25 Aprile siamo noi cittadini italiani, che rivendichiamo i nostri sacrosanti diritti, su cui i partiti hanno pasteggiato per decenni. Cordiali saluti,

Written by Davide Orazio Montersino

febbraio 14th, 2008 at 6:50

2 Responses to 'PRC Arranca.'

Subscribe to comments with RSS or TrackBack to 'PRC Arranca.'.

  1. La libertà di esprimere le propie opinioni è sara. Detto questo, ritengo Grillo una vera jattura, un capopolo demagogico.
    Ciao, Fino

    Fino

    14 feb 08 at %H:%M

  2. Fino, Beppe Grillo potrà anche essere una vera jattura, ma come jattura scompare davanti a miriadi di jatture italiane.

    Mi riferisco a 25 (24) parlamentari condannati in via definitiva, che scontano la loro condanna in Parlamento.

    Mi riferisco a 50-100,000 piccole imprese italiane derubate con il metodo dei derivati senza che nessuno vada in galera, alle banche più costose di Europa (5 volte tanto quelle olandesi), a un’economia fatta di scatole cinesi, dove Tronchetti Provera sta creando un crack quasi cinque volte superiore a quello Parmalat nella totale tranquillità e indifferenza dei giornali, si parla di 50 miliardi di euro (si, centomilamiliardi di vecchie lire)

    Ora, Beppe Grillo sarà pure una jattura, ma è tra i pochi a poter fare (e a fare) informazione su temi che interessano davvero tutti.

    Che lo faccia pro domo sua, non credo.
    Anche fosse, la domo sua coinciderebbe con quella di molti italiani.

    X

    15 feb 08 at %H:%M

Leave a Reply