My Notepad

Il mio taccuino personale.

Archive for the ‘Senza categoria’ Category

Fatalità e propaganda.

without comments

Lo stesso onore e lo stesso eroismo, criticabili allo stesso modo, ce l’hanno tutti i soldati volontari al momento in cui hanno messo firma, prendendosi gli stessi rischi.

Troppo comodo così.

Non è un eroe chi muore solo per essersi trovato al momento sbagliato nel luogo sbagliato. Si chiama fatalità, non eroismo.

Non starò troppo a sentenziare sul fatto che in Italia, in situazione di pace, siano morte nei primi 8 mesi del 2009 710 persone, mentre in 5 anni  di battaglia in Afghanistan sono caduti 21 soldati.

Ma so di non essere l’unico a vedere che c’è qualcosa di tremendamente fetido e nauseabondo nel modo in cui si fanno due pesi e due misure.

Muoiono 90 civili in un attacco Nato? Chissenefrega. Una sola fabbrica in Italia fa 180 morti e 8 mila invalidi? Silenzio.

E poi.

Quale onore lasciano ai caduti i nostri politici da strapazzo, quando basta un bum bum del nemico per far correre tutti alla ritirata?

Written by Davide Orazio Montersino

settembre 18th, 2009 at 10:41

Posted in Senza categoria

Gmail Down

without comments

Schermata

Non sta succedendo solo a voi: i server di gmail sono davvero inaccessibili, come si può leggere sul blog di gmail o sull App Status di Google.

20.28

Il servizio Gmail è già stato ripristinato per alcuni utenti e prevediamo una risoluzione a breve per tutti gli altri utenti. Tieni presente che questo intervallo di tempo è una previsione e potrebbe cambiare.

20.12

Siamo a conoscenza di un problema con Gmail che interessa un ristretto gruppo di utenti. Gli utenti interessati non sono in grado di accedere a Gmail. Forniremo un aggiornamento entro 31 agosto 2009 20.30.00 UTC+2 con i dettagli in merito alla tempistica di risoluzione del problema. Tieni presente che il tempo di risoluzione è una previsione e può cambiare.

Potete scaricare la posta attraverso IMAP e POP se li avete configurati.

Ormai le segnalazioni su Twitter sono migliaia.

via Mashable.

Written by Davide Orazio Montersino

settembre 1st, 2009 at 10:50

Posted in Senza categoria

100 anni di effetti speciali

without comments

Questo è un montaggio di video clip degli scorsi cento anni. Era stato creato per una lezione in classe, ma ormai conta più di 280 mila visite su youtube.

Via Neatorama.

Written by Davide Orazio Montersino

agosto 28th, 2009 at 10:40

Posted in Senza categoria

Efficienza Telecom

without comments

Ormai la situazione si protrae da almeno un mese e mezzo.

Il problema è questo: l’adsl decide di non funzionare per anche più di un giorno intero, e capita in media una o due volte a settimana.

Ho già stabilito con vari operatori che le cause sono del tutto interne a Telecom: non è colpa dell mio router né dell’ultimo miglio, ma sono problemi di autenticazione, o a livello ATM, o di autenticazione attraverso NAS. Scusate le imprecisioni, non sono esperto di tecnologia adsl.

Fattostà che ogni volta che segnalo il guasto alla Telecom, devo spiegare di nuovo per filo e per segno la situazione, e tutte le volte mi dicono che il problema sarà risolto in 48 ore.
Inutile chiamare a questo punto, dal momeno che tipicamente dopo quarantott’ore la connessione funziona di nuovo, sia che io chiami sia che io non chiami il servizio assistenza.
Sorge il dubbio che l’assistenza stia davvero facendo qualcosa.
L’impressione può tranquillamente essere che, una volta che i tecnici vedono una connessione funzionante, chiudano il ticket e dichiarino risolto il problema.

Non si spiega altrimenti perché, dopo tutte queste segnalazioni, il problema sussista ancora, e il fatto che se telefono di nuovo per un nuovo disservizio, la cosa ricomincia da capo.

Quindi non posso che affermare di essere estremamente insoddisfatto del servizio offerto da Telecom Italia e Alice.

In prima istanza, perché il servizio funziona solo quando gli gira. Alla faccia di Internet Flat, non posso aspettare connessioni voip o skype in ingresso, e se devo mandare urgentemente mail o se aspetto comunicazioni importanti sono problemi, e in almeno un occasione mi è successo di correre seri rischi di non poter rispettare scadenze importanti.

Ma soprattutto è deludente l’estrema inefficienza dell’assistenza clienti, che di fronte a un caso di guasto intermittente non è minimamente in grado di tracciare le segnalazioni dell’utenza, tant’è che davanti all’ennesima segnalazione mi son sentito dire da un tecnico che non risultavano altre segnalazioni di guasti sulla mia linea.

Certo, può darsi che la maggior parte degli utenti si trovino con una connessione funzionante e che non abbiano problemi. D’altra parte, quando internet mi funziona il servizio è pregevole, i tempi di risposta brevi e la velocità raggiunge anche i 700 kb/secondo.

Ma dalle mie vicissitudini ho potuto sperimentare una casistica in cui la telecom non ha saputo in nessun modo rispettare il contratto stipulato, e come è successo a me potrebbe succedere anche ad altri.

Pur non avendo usato altri operatori, mi sento di sconsigliare Telecom per chi dovesse decidere su una connessione adsl.

Written by Davide Orazio Montersino

agosto 19th, 2009 at 12:01

FFFOUND! STYLE

without comments

dsc_6765nef2

Written by Davide Orazio Montersino

luglio 9th, 2009 at 3:56

Posted in Senza categoria

Facebook easter egg

without comments

easter-eggAnche Mark Zuckerberg ama gli easter eggs.

Provate a fare click in un qualsiasi punto della pagina principale di Facebook, poi premete sù, sù, giù, giù, sinistra, destra, sinistra, destra, B, A, invio esattamente in quest’ordine.

Poi cliccate un altro punto qualsiasi..

Written by Davide Orazio Montersino

maggio 13th, 2009 at 4:54

Nonsense

without comments

secretbunker

Written by Davide Orazio Montersino

aprile 22nd, 2009 at 1:15

Posted in Senza categoria

without comments

Response.Write("Will it work?");

Written by Davide Orazio Montersino

aprile 7th, 2009 at 11:51

Posted in Senza categoria

Importare ed esportare DB Schema in file SQL – Visual Studio 2008

without comments

Sono emigrato da PHP a .NET, e come molti ho faticato ad abituarmi ad alcuni concetti, nonchè alla scarsità di documentazionedi qualità disponibile su Internet. Soprattutto, mancano esempi reali. Cercherò di scrivere a proposito di varie problematiche che ho risolto durante lo svolgimento di veri lavori, sperando siano utili.

Immagino siate abituati ad avere a che fare con script SQL, per esportare ed importare database schema dal development server al production, oppure per poter savare facilmente modifiche tramite svn, o altro ancora.
Ecco cosa dovete fare in .NET per esportare un databse SCHEMA dal vostro poco comprensibile database.

Scegliete File->Nuovo Progetto.
In “Altri tipi di progetto” scegliete “Database”.
Scegliete un nome che vi aggradi.

Dopodichè, se non avete una connessione con un database SQL server, createne una (TODO aggiungere link)

Andate in Esplora server, cliccate col destro sul vostro DB e scegliete Cambia Visualizzazione ->Schema.

Ora, nella “cartella” schemi del vostro db, scegliete dbo (le vostre tabelle dovrebbero essere lì) . Cliccate col tasto destro sulla tabella che vi interessa (potete anche selezionarne più di una con shift o ctrl) e scegliete “Genera script di creazione in progetto”.

Se tornate su esplora soluzioni, vedrete che nella cartella “Create Scripts” aveteun nuovo file sql.

Ora, vi renderete subito conto che la filosofia logorroica di Microsoft genera file sql prolissi e con informazioni quasi del tutto inutili, ma è assai meglio di niente.

Potete eseguire facilmente quel file cliccando con il tasto destro e scegliendo esegui. Oppure potete usare quel file come meglio credete, magari in Microsoft Sql Management Studio.

Risorse:

http://www.vitalygorn.com/blog/post/2008/01/Handling-Database-easily-with-Visual-Studio-2008.aspx

Written by Davide Orazio Montersino

marzo 23rd, 2009 at 12:29

Una piattaforma di sviluppo di squadra su Ubuntu Server – Integrare Mantis-Svn-Mediawiki

with 2 comments

Collaborando in una piccola azienda informatica in espansione, mi sono reso conto di quanto possa essere utile iniziare a coordinare, magari con strumenti anche semplici, il lavoro di squadra. Usare software per il version control, tenere i dati di un progetto in un unico posto, fornire a tutti i collaboratori, ai dipendenti, un unico punto di accesso per le risorse di sviluppo dell’azienda, automatizzare backup e raccogliere know-how.
Con questo post inizio una miniserie, in cui spiego come sviluppare una piattaforma di sviluppo in team con le seguenti caratteristiche:

  • svn server e server websvn
  • bug/issue tracker
  • wiki
  • backup automatico via mail or ftp

In particolare, andremo a configurare

  • Un single sign-on per il wiki e per l’ issue tracker (Mediawiki and Mantis)
  • Entries per l’ Issue/Bug Tracker generate automaticamente dai commit svn

Questa piattaforma può essere utilizzata in diverse situazioni di sviluppo, e mentre può diventare quasi perfetta per un team che sviluppi in tecnologia LAMP, può adattarsi piuttosto bene anche allo sviluppo in .NET (io lo sto usando in questo modo)

Installare Ubuntu.

Prima di tutto, abbiamo bisogno di configurare un server Linux. In questo tutorial, utilizzerò Ubuntu server Hardy Heron. È una scelta fatta per ragioni non tanto tecniche, quanto per la confidenza che ho acquistato con la “distribuzione marrone”, e certamente anche per la sua popolarità e per l’attiva community alle spalle.

  1. Scarica ubuntu server. Qui puoi trovare una guida per installare un LAMP server in 15 minuti.
  2. Se provi a installare Ubuntu Hardy Heron 8.04 in  virtualbox,  devi abilitare nelle impostazioni il flag PAE/NX,  che espone le estensioni di indirizzo fisico della  CPU al sistema operativo ospite. Ci ho provato, senza PAE/NX otterrete soltanto un brutto errore del kernel..
  3. cambia /etc/network/interfaces per dare al server un indirizzo IP statico:

Commenta la linea:

#iface eth0 inet dhcp

E aggiungi una linea come questa (chiaramente, sostituisci gli indirizzi IP con quelli appropriati)

iface eth0 inet static
address 192.168.1.100
netmask 255.255.255.0
network 192.168.1.0
broadcast 192.168.1.255
gateway 192.168.1.254

Non dimenticate di riavviare la rete:

sudo /etc/init.d/networking restart

Et voilà, adesso dovresti poter navigare all’indirizzo del tuo nuovo server Linux (in questo caso, 192.168.1.100)

Dovresti poter vedere la pagina di default del sistema LAMP di Ubuntu, che dice qualcosa del genere: “It works!”

A presto per l’installazione di SVN.

Written by Davide Orazio Montersino

marzo 7th, 2009 at 8:14

Posted in Senza categoria