My Notepad

Il mio taccuino personale.

Archive for the ‘Senza categoria’ Category

Shiretoko!

without comments

Firefox

Firefox

I colossi vanno avanti a furia di novità. Dopo l’arrivo di Chrome, Mozilla ha rilasciato oggi la versione Alfa 2 del nuovo browser.

Il nome in codice è Shiretoko, (non so se si riferisca all’isola giapponese o all’asteroide) ed è una delle milestone per il nuovo browser che è già alla versione 3.1.

La novità più attesa è il nuovo motore di Javascript TraceMonkey, ed il punto è proprio questo: di TraceMonkey neanche una traccia.

Per comparare le performance, dovremmo ancora aspettare un po’.

Intanto, la nuova versione di Firefox è tra i primi browser a supportare il nuovo tag html “video”, anche se non è chiaro quando questo tag sarà utilizzato realmente.

Il motore di javascript permette l’esecuzione in background, lasciando l’interfaccia attiva anche quando stanno firando degli script pesanti.

Le altre novità più interessanti sono la possibilità di passare un tab da una finestra all’altra (finalmente!) e il supporto migliorato al CSS 2.1 e 3.

Nota positiva: Shiretoko è già disponibile per Linux e Mac OS X.

Written by Davide Orazio Montersino

settembre 8th, 2008 at 4:11

Posted in Senza categoria

Google Analytics su Wordpress

without comments

Google Analytics

Google Analytics

I wanted to add Google Analytics on my wordpress blog the easy way, with a plugin. I tried a few plugins, but I couldn’t get them to work. So that’s what I did: manually tweaking an existing plugin.

Infact, the existing one used the old urchin legacy monitor javascript.

What I did, is a quick and dirty substitution. Now it all works on my blog.

So thanks Ricky for the hard part of the coding.

Installation Instruction

The instruction to install are the same as before:

  1. If you have a previous version of the plugin, delete it.
  2. Download the new version of the file.
  3. Rename the file googleanalytics.php and copy it to your /wp-content/plugins directory.
  4. Enable it on the plugins page.
  5. Enter your Google Analytics User Account string (it’ll be something like UA-12345-6. It appears when you “Add a channel”)
  6. That’s it.

Read the rest of this entry »

Written by Davide Orazio Montersino

settembre 3rd, 2008 at 2:34

Posted in Senza categoria

Google Chrome!

without comments

Google Chrome

Google Chrome

La novità dell’autunno? Google Chrome, si direbbe.
Oltre alla benzina, ora la compagnia di Mountain View vuole fornirci pure l’automobile.

Infatti, Google ha annunciato ieri il lancio di un suo browser, completamente opensource.

Come da copione, la versione che sarà disponibile per il download tra poche ore (o a momenti) sarà una Beta, e sarà disponibile solo la versione per Windows.

Molte le promesse. Maggiore stabilità, grazie ad un processo ogni tab (se un tab va in crash, gli altri continueranno a funzionare), una virtualmachine per javascript, che permetterebbe la scrittura di software molto più importante,una funzione di auto-completion sulla url bar che ricorderebbe probabilmente quella di Firefox 3.

L’idea è quella che i browser esistenti sono progettati per un vecchio web, assolutamente diverso da quello attuale, dove le pagine sono applicazioni.

Se volete saperne di più, leggetevi questo fumetto dove Google spiega con spigliatezza quasi tutte le novità.

Quello che mi chiedo è: quale sarà il destino del mio amatissimo Firefox, che basava la propria stabilità economica soprattutto sulle forti iniezioni di denaro da Google?

Written by Davide Orazio Montersino

settembre 2nd, 2008 at 7:58

Marco Travagaglio all’Avogadro

with one comment

Qualche settimana fa avevo lasciato sul blog la possibilità di vedere in diretta l’intervento Torinese di Travaglio presso l’istituto Avogadro. Adesso c’è la possibilità di vedere il filmato integrale, che è stato caricato su google video.

Written by Davide Orazio Montersino

febbraio 24th, 2008 at 11:45

Siciliani contro la Mafia

with one comment

Nel mio post Azione e Reazione auspicavo che i siciliani citassero la famiglia Riina per danno all’immagine del popolo siciliano.

Qualcosa sembra essersi mosso. Il gruppo amici di Beppe Grillo Palermo ha infatti indetto una petizione per integrare la legislazione in materia di mafia.

La petizione è in tre punti:

1) La Regione Siciliana dovrà obbligatoriamente:
- costituirsi come parte civile in tutti i processi in cui taluno sia imputato di reati di mafia;
-
promuovere un giudizio civile di risarcimento dei danni sopra citati
nei confronti di chiunque sia stato condannato per reati di mafia,
rivalendosi sui patrimoni direttamente o indirettamente riconducibili,
sia in Italia che all’estero, agli affiliati a Cosa Nostra o alle altre
organizzazioni criminali radicate in Sicilia;
2) a carico di quanti
sono stati o saranno condannati per reati di mafia, la stessa legge
ribadirà una piena solidarietà passiva a favore della Regione Siciliana
nel pagamento dei danni mentre il termine di prescrizione, per la
Regione Siciliana, decorrerà dall’entrata in vigore della stessa legge;
3)
la stessa legge dovrà prevedere una piena assimilazione agli affiliati
a Cosa Nostra, con la conseguente responsabilità solidale per danni
verso la Regione Siciliana, dei pubblici amministratori condannati in
via definitiva per favoreggiamento alla mafia.

Non a caso l’ispiratrice ufficiale della petizione è Stefania Petyx, l’inviata di Striscia la Notizia che ha avuto il coraggio di recarsi sotto la casa della famiglia Riina a Corleone.

Vi invito a spargere la notizia e auguro il massimo successo all’impresa.

Written by Davide Orazio Montersino

gennaio 5th, 2008 at 2:41

Trash.

without comments

Dopo essere stato sospeso per dodici mesi dall’ordine dei giornalisti, Luca Fazzo dovrebbe esserne cacciato per sempre. Fazzo fa parte della nutrita schiera di giornalisti che contribuiscono a uniformare intrattenimento e informazione, e a far diventare spazzature l’informazione e immondizia l’intrattenimento.

Prossima mossa sarà forse quella di far diventare una celebrità dello star system Pietro Maso, pluriomicida.

Come potete vedere, al fondo di questa notizia ce n’è un’altra davvero sensazionale: Il crack Parmalat di poteva evitareSchermata1. Ma dai?

Written by Davide Orazio Montersino

dicembre 20th, 2007 at 1:02

Tra mafiosi ci s’intende

without comments

Berlusconi all’attacco dopo l’inchiesta a Napoli:

«Ho presentato esposto a Mastella, spero agisca come  è avvenuto in altri casi»

Ogni tanto i nostri politici sanno essere bypartisan.

Written by Davide Orazio Montersino

dicembre 13th, 2007 at 12:43

Soldi regalati.

with 3 comments

_testata_01

Immaginate che la vostra banca lasci i vostri soldi e quelli degli altri in mezzo alla strada, in valigette ammucchiate.
A parte il fatto che iniziereste a tenervi i soldi sotto al materasso, con chi ve la prendereste se avvenisse un furto?
Non di certo con la poca creanza della gente, ma con la negligenza della banca.
Ora, come tutti sappiamo, i veri ladri sono le banche, e non i passanti (cit.).

Detto ciò, lasciatemi spiegare il perchè di questa strana metafora.
Sono ormai due anni che a Torino non vedo un controllore sui bus e sui tram GTT. E viaggio sui mezzi pubblici quotidianamente.
Comprare il biglietto è diventato esattamente come dare i soldi alla suddetta banca. Se non sono io a rubare, so di certo che lo farà il prossimo passante.

Ora, il biglietto costa 1 euro. La multa, se colti senza regolare titolo di viaggio, è di 65 euro, che calano a 20 euro se pagati subito.
Ora, per chi ha studiato un po’ di calcolo delle probabilità, o anche per chi ha un minimo di buon senso matematico, è chiaro che per far funzionare il sistema, dovrei essere controllato almeno una volta su venti.

Credo che la media sia di un controllo ogni cento viaggi. Allora, invece del biglietto, mi porto appresso 20 euro. Casomai dovessi incontrare un controllore, sarò lieto di darglieli. Se le cose continuano così, vado sicuramente in guadagno.

Le ultime statistiche dicono che soltanto il 50% dei viaggiatori dispone di biglietto o abbonamento.
Perchè mai dovrei interessarmi io ad un’azienda che non si interessa di riscuotere i crediti? Se alla GTT non interessa che io viaggi gratis, sono cavoli suoi.
Ma la GTT, direte voi, offre un servizio pubblico, e tu pagando il biglietto ti interessi della comunità. Già. Allora, a maggior ragione, alla GTT dovrebbero assicurarsi una gestione decente. Non sono così generoso da pagare per gli altri lasciando i miei soldi in mezzo alla strada.

Quando viaggio con compagnie private, pago sempre il biglietto. Perchè? Perchè altrimenti non mi lasciano salire. Perchè so di non essere uno dei pochi scemi, perchè mi rendo conto che sto effettivamente pagando un servizio. Sono forse io, è la gente ad essere cattiva e maleducata? No, sono i dirigenti, con la loro responsabilità di gestione, che lasciano andare a male l’azienda.

Non mi racconterete che qualora trovaste un biglietto da 100 euro per terra ne cerchereste il proprietario! Infatti, sarebbe per voi impossibile stabilirlo con certezza. Chiunque potrebbe affermare che quel denaro è suo. Non vi fidate, e preferite essere voi i fortunati. Infatti, il rischio è nullo, il guadagno è cento. Il caso è estremo, ma funziona così: quando il rapporto rischio – guadagno diventa prossimo allo zero, non ci si sente più nemmeno ladri.

Non ci si può affidare sull’educazione e sulla coscienza della gente, e lo si sa bene. Altrimenti non esisterebbero le serrature.

Written by Davide Orazio Montersino

novembre 30th, 2007 at 12:41

Non c’è (più) trippa per gatti.

without comments

Scanann_lg

Se le animaliste un tempo recitavano "Questa è l’unica pelliccia che non mi vergogno di indossare", adesso dovranno fare un ulteriore sforzo di fantasia per affrontare questa nuova moda newyorkese.

Infatti non più di morbida e piacevole pelliccia si tratta, ma di fredde e umide carni. Pinar Yolacan, soprannominata "L’artista della trippa", si è trasformata da studente di design in artista a tempo pieno grazie alla sua trovata.

Nata in Turchia, esercita adesso a New York, dove compra la carne fresca, la lavora e la fa indossare a modelle spesso inusuali.

Di sfilate vere e proprie, non ce ne sono. Che peccato, direte voi. Le modelle vengono fotografate, e le trippe (con reminescenze buddiste) buttate via.

La sua arte volutamente caduca ed effimera vuole essere un commento al senso estetico. Un’arte che, seppur eternata nella fotografia, è già marcescente.

Originale, senza dubbio. Io, però, continuo a preferire la versione trevisana.

Written by Davide Orazio Montersino

novembre 30th, 2007 at 12:50

Drug & Rock ‘n Roll

without comments

Droga e rock’n roll vanno spesso a braccetto, ma è servita una certa dose di fantasia per mettere questi due ingredienti così a stretto contatto.
Purtroppo non ci è dato sapere quale fosse il sound di questa Stratocaster.

Powered by GoodWidgets.com

Fonte: repubblica.it

Written by Davide Orazio Montersino

ottobre 25th, 2007 at 12:27

Posted in Senza categoria