My Notepad

Il mio taccuino personale.

Google Analytics su Wordpress

without comments

Google Analytics

Google Analytics

I wanted to add Google Analytics on my wordpress blog the easy way, with a plugin. I tried a few plugins, but I couldn’t get them to work. So that’s what I did: manually tweaking an existing plugin.

Infact, the existing one used the old urchin legacy monitor javascript.

What I did, is a quick and dirty substitution. Now it all works on my blog.

So thanks Ricky for the hard part of the coding.

Installation Instruction

The instruction to install are the same as before:

  1. If you have a previous version of the plugin, delete it.
  2. Download the new version of the file.
  3. Rename the file googleanalytics.php and copy it to your /wp-content/plugins directory.
  4. Enable it on the plugins page.
  5. Enter your Google Analytics User Account string (it’ll be something like UA-12345-6. It appears when you “Add a channel”)
  6. That’s it.

Read the rest of this entry »

Written by Davide Orazio Montersino

settembre 3rd, 2008 at 2:34

Posted in Senza categoria

Google Chrome!

without comments

Google Chrome

Google Chrome

La novità dell’autunno? Google Chrome, si direbbe.
Oltre alla benzina, ora la compagnia di Mountain View vuole fornirci pure l’automobile.

Infatti, Google ha annunciato ieri il lancio di un suo browser, completamente opensource.

Come da copione, la versione che sarà disponibile per il download tra poche ore (o a momenti) sarà una Beta, e sarà disponibile solo la versione per Windows.

Molte le promesse. Maggiore stabilità, grazie ad un processo ogni tab (se un tab va in crash, gli altri continueranno a funzionare), una virtualmachine per javascript, che permetterebbe la scrittura di software molto più importante,una funzione di auto-completion sulla url bar che ricorderebbe probabilmente quella di Firefox 3.

L’idea è quella che i browser esistenti sono progettati per un vecchio web, assolutamente diverso da quello attuale, dove le pagine sono applicazioni.

Se volete saperne di più, leggetevi questo fumetto dove Google spiega con spigliatezza quasi tutte le novità.

Quello che mi chiedo è: quale sarà il destino del mio amatissimo Firefox, che basava la propria stabilità economica soprattutto sulle forti iniezioni di denaro da Google?

Written by Davide Orazio Montersino

settembre 2nd, 2008 at 7:58

Contro-propaganda 1

without comments

Dovrei creare un elenco di informazioni completamente false passate in mainstream e documentarle, ma sono pigro. Iniziamo con la presunta fine dell’emergenza rifiuti in Campania.

Written by Davide Orazio Montersino

agosto 21st, 2008 at 4:37

Cartella /home su partizione separata.

without comments

Oggi proverò a spiegarvi come tenere la cartella home su una partizione separata.

Avere la cartella /home su una partizione separata ha diversi vantaggi. Ad esempio, si può installare una nuova versione di Linux ( addirittura una nuova distribuzione ) senza perdere i propri dati.

Nei sistemi Linux, la directory home è un po’ l’equivalente della cartella Documents and Settings di
Windows. è il luogo dove tutti gli utenti hanno la loro directory, e dove vengono salvati documenti e files personali e svariate impostazioni personalizzate.

Per tenere la cartella home su una partizione separata, sarebbe sufficiente specificarlo in fase di installazione, ma probabilmente, esattamente come me, non l’avete fatto.

In realtà il procedimento è abbastanza semplice anche “a caldo”. Innanzitutto, dovrete creare una partizione di dimensioni sufficienti. Potreste ridimensionare qualche partizione del vostro hard disk per far spazio
ad esempio.

Supponiamo che questa nuova partizione si chiami hda5. Quello che dovete fare, è montare questa nuova partizione su una directory temporanea, per copiare i vostri files.

$mkdir /mnt/newhome

$sudo mount -t ext3 /dev/hda5 /mnt/newhome



Ovviamente dovrete sostituire /dev/hda5 con la vostra vera partizione. Inoltre, si suppone che la vostra partizione sia formattata in ext3. In caso non lo fosse, si dovrebbe sostituire -t ext3 con il filesystem da voi scelto.
Potreste essere tentati di usare ntfs o fat32 per la vostra cartella /home, magari per rendere questa partizione comodamente raggiungibile dai sistemi windows. Non fatelo! Per questo tipo di dati, bisogna avere un file system compatibile con Linux, che sappia mantenere le informazioni su utenti e permessi.

Il secondo passaggio è copiare i files. Ora, nella cartella home si troveranno softlinks e hardlinks, cartelle annidate e quant’altro. Un normale cp potrebbe non funzionare. Quindi usiamo un po’ di opzioni insegnateci dal Debian Archiving Guide:

$cd /home/

$find . -depth -print0 | cpio –null –sparse -pvd /mnt/newhome/

Adesso, dobbiamo smontare la nuova partizione.

$sudo umount /mnt/newhome

Adesso cambiamo il nome della nostra vecchia cartella home. Fossi in voi non la cancellerei, si tratta di un ottimo backup.

$sudo mv /home /old_home

Quello che dovete fare adesso è aggiungere una linea al file /etc/fstab, affinché la vostra nuova partizione venga montata correttamente ad ogni nuovo riavvio. Per modificare il file, fate partire gedit come root:

$sudo gedit

La linea che dovete aggiungere è questa:

/dev/hda5       /home           ext3    nodev,nosuid    0       2

Di nuovo, sostituite “/dev/hda5″ e “ext3″ con i dati corretti.

Voilà, les jeux sont fait!

(Tratto da http://ubuntu.wordpress.com/2006/01/29/move-home-to-its-own-partition/ )

Written by Davide Orazio Montersino

aprile 17th, 2008 at 11:56

Posted in ubuntu

Tagged with , , ,

Top Blog

without comments

Il Times ha inserito il blog di beppegrillo.it nella lista dei 25 blog più cliccati di Internet, classificandolo al sesto posto.

Partendo da questi dati, il Times ha anche reso disponibile una “votazione” virtuale del blog preferito.

Dai risultati di queste votazioni, si direbbe che il blog più votato, sia come numero di persone che come media di voto, sia senza dubbio quello del comico genovese.

Più di centomila voti con una media di 9/10. Il secondo classificato? Ace of Spades Headquarter, con neanche 27000 voti e una media scarsa di 5/10.

Insomma, un blog che ha un target di sessanta milioni di italiani scarsi, batte di gran lunga blog internazionali.

Beppegrillo

Written by Davide Orazio Montersino

aprile 10th, 2008 at 2:43

Posted in Internet e media

Tagged with , ,

Soldati allo zafferano.

without comments

Una mia amica mi ha inoltrato alcune immagini che desidererei condividere con voi.
Quelli ritratti nella foto sono agenti dell’Esercito Popolare di Liberazione, a cui è stata data una tunica da monaco per inscenare le rivolte che hanno lasciato dietro di sé centinaia di morti e feriti tibetani.
Scoprendo che i suoi sostenitori dentro il Tibet e la Cina sarebbero divenuti ancora più attivi nei mesi precedenti le Olimpiadi di quest’estate, I funzionari della British Intelligence a Pechino hanno compreso che il regime avrebbe cercato una scusa per muoversi e schiacciare l’attuale malcontento.
L’immagine che hanno scaricato dai satelliti ha fornito la conferma che i Cinesi hanno usato agenti provocatori per iniziare le rivolte, cosa che ha dato all’EPL la scusa per muovere su Lhasa e uccidere e ferire durante l’ultima settimana.

Image002

Written by Davide Orazio Montersino

aprile 8th, 2008 at 1:45

Posted in Attualità

Tagged with , , , ,

Marco Travagaglio all’Avogadro

with one comment

Qualche settimana fa avevo lasciato sul blog la possibilità di vedere in diretta l’intervento Torinese di Travaglio presso l’istituto Avogadro. Adesso c’è la possibilità di vedere il filmato integrale, che è stato caricato su google video.

Written by Davide Orazio Montersino

febbraio 24th, 2008 at 11:45

Googlobosko

without comments

Schermata_2

Su internet, io sono Loskobosko. Certe volte, sono X.
In molti si chiedono da dove arrivi un nome così balzano. Prendo il nome da una  rock band demenziale piemontese, che ho usato la prima volta un po’ per caso, poi per abitudine e poi per farmi riconoscere.
È un nome comodissimo: non mi è mai successo di ricevere il messaggio "qualcuno sta già usando il tuo nick".

L’altra cosa interessante, è google.

So subito cosa ne pensa il mondo di Loskobosko. Basta una breve ricerca su google per scoprire che:

  • Faccio parte del meetup Amici di Beppe Grillo – Qui Torino Libera
  • Ho questo blog
  • Uso Ubuntu e l’ho testato su un Acer Aspire 5720, creando anche una guida in inglese (attualmente è l’articolo di maggior successo del mio blog)
  • Sono iscritto a Wikipedia, Technorati, Wikio, Digg, fai.informazione, Ampsi
  • Sono iscritto a nottegiovane.it (tu guarda, neanch’io lo sapevo) e sarei un ragazzo single di 24 anni (informazione imprecisa)
  • Ci sono solo (sigh sigh) 77 Pagine che parlano di Loskobosko.

 

E a voi, cosa succede cercandovi su google?

Written by Davide Orazio Montersino

febbraio 15th, 2008 at 12:15

Posted in Internet e media

Tagged with , ,

PRC Arranca.

with 2 comments

Ho scritto a Luca Cassano, il capogruppo di PRC che ha scritto a
Chiamparino invitandolo a negarci gli spazi per la raccolta firme per il V2Day promosso dal comico genovese Beppe Grillo.
Riporto la lettera, di cui attendo risposta. Se anche voi volete esprimere il vostro dissenso, l’email di Cassano è lucacassano@yahoo.it.

“Caro” Luca Cassano,

Le scrivo in merito alla lettera in cui invita Chiamparino a non concedere piazze per la raccolta firme del V2day per tre referendum abrogativi sul mondo dell’informazione, che come ben sa si terrà il prossimo 25 Aprile.

Lei sembra dimenticare la Costituzione che tanto ci è costata.

Lasci che le citi l’articolo 17, che lei sembra reputare inutile:

“Delle riunioni in luogo pubblico deve essere dato preavviso alle autorità, che possono vietarle soltanto per comprovati motivi di sicurezza o di incolumità pubblica.”

Strano che chi vorrebbe difendere così strenuamente la Liberazione, ne ignori con tanta leggerezza i frutti e i contenuti.

L’impressione è, che mentre il paese va a rotoli grazie anche e soprattutto alla mancanza di libera informazione, personaggi come lei vogliano salvare il teatrino personale di manifestazioni e contromanifestazioni che inscenano ogni anno il 25 Aprile.

Sembrerebbe anche che il PRC voglia apporre il proprio marchio di copyright sul 25 Aprile, che
volete rimanga territorio monopolistico delle vostre bandiere rosse.

Noi non siamo un partito, noi non siamo strumentalizzatori colorati di rosso o di nero. Il

25 Aprile siamo noi cittadini italiani, che rivendichiamo i nostri sacrosanti diritti, su cui i partiti hanno pasteggiato per decenni. Cordiali saluti,

Written by Davide Orazio Montersino

febbraio 14th, 2008 at 6:50

Stasera Marco Travaglio all’Avogadro.

without comments

Stasera all’Avogadro, in via Rossini 18, ci sarà Marco Travaglio a presentare (di nuovo!) Mani Sporche, con Piero Ricca. Questo blog aderisce all’iniziativa: potrete vedere in diretta la presentazione quì sotto!

(Inizia alle 8 e mezza)

Il video dell’intervento lo potete trovare qui

(Potete anche voi includere questa TV nel vostro blog usando questo codice)

Written by Davide Orazio Montersino

febbraio 11th, 2008 at 3:40